IN DIREZIONE OSTINATA E CONTRARIA. L'UOMO CHE DISSE NO AD HITLER E L'OBIEZIONE DI COSCIENZA OGGI

    Media Library Online Museo Alto Garda Sceglilibro Family in Trentino Emas

ATTENZIONE!

La conferenza "Lo stato e la guerra" del politologo Ekkehart Krippendorff in programma per il 6 ottobre, nella rassegna "Biblioteca per la Pace" non si svolgerà causa impossibilità del relatore a presenziare

Al suo posto si terrà la conferenza "In direzione ostinata e contraria. L'uomo che disse no ad Hitler e l'obiezione di coscienza oggi", con Francesco Comina, autore del libro sull'eroe bolzanino Josef Mayr-Nusser, e don Renato Sacco, coordinatore nazionale di Pax Christi.

 

Francesco Comina

Laureato in filosofia, è giornalista professionista. Redattore del quotidiano "L'Adige", collabora con i periodici "Mosaico di pace", "Segno nel mondo", "Il Margine" e "Notiziario della Rete Radié Resch" dove cura la rubrica "Nonviolenza attiva". È coordinatore del Centro per la pace del comune di Bolzano. Ha pubblicato: insieme con P. Casaldaliga, M. Barros e A. Zanotelli, Giubileo purificato (Bologna, 1999); con M. Lintner e C. Finka, Luis Lintner: Mystiker, Kämpfer, Märtyrer (Bolzano 2004, traduzione italiana Due mondi una vita (Bologna 2004); Non giuro a Hitler (Milano, 2000), su Josef Mayr-Nusser; Il sapore della libertà. In dialogo con Marcelo Barros (Molfetta, 2005); Qui la meta è partire. In dialogo con Arturo Paoli (Molfetta, 2005).
Per Il Margine ha pubblicato Il monaco che amava il jazz. Testimoni e maestri, migranti e poeti (2006), Sulle strade dell'acqua. Dramma in due atti e in quattro continenti (2008), con Eduardo «Mono» Carasco Inti Illimani. Storia e mito (2010), Il cerchio di Panikkar (2011); con Luca Bizzarri ha curato il libro di Ágnes Heller I miei occhi hanno visto (2012).

Don Renato Sacco

Don Renato Sacco è nato in provincia di Novara il 25 luglio 1955. Frequenta il seminario Diocesano a Novara e viene ordinato sacerdote il 20 ottobre 1979. Attualmente è parroco di alcune piccole parrocchie sul Lago d’Orta, in provincia di Verbania, diocesi di Novara. Fa parte della Commissione diocesana Giustizia e Pace. E, dal maggio scorso, è Coordinatore Nazionale di Pax Christi. 

 

E’ stato tra i primi preti obiettori alle spese militari, subendo anche qualche pignoramento e un processo penale, con assoluzione, il 4 giugno 1991, per aver invitato a non spendere soldi per le armi. Ha partecipato alla marcia a Sarajevo nel dicembre 1992 con don Tonino Bello. Ha seguito per Pax Christi diverse situazioni di guerra, in particolare in Iraq, dove è stato molte volte, prima, durante e dopo la guerra. Continua ad avere rapporti con la Chiesa Caldea, in particolare con l’attuale Patriarca Louis Sako. Ha seguito (anche per motivi geografici, ma non solo) fin dall’inizio tutta la ‘questione F35’, il nuovo aereo da guerra che viene realizzato a Cameri, in provincia di Novara.

[ indietro ]